Come funziona il noleggio a lungo termine per le partite Iva?


Negli ultimi anni in Italia, così come nel resto del mondo, ha preso sempre più piede il noleggio a lungo termine dei mezzi di trasporto. Si tratta di un metodo alternativo all'acquisto di un veicolo che consente di usufruire dello stesso senza diventarne proprietario. Chi sceglie questa opzione dovrà dunque corrispondere solo un canone mensile fisso deciso in sede di sottoscrizione del contratto di noleggio a lungo termine e otterrà in cambio l'utilizzo dell'automobile e una serie di benefit collegati quali ad esempio il bollo auto, l'assicurazione completa, la manutenzione ordinaria in fase di tagliando e la manutenzione straordinaria.

In tal modo al richiedente spetterà soltanto la spesa per il carburante oltre il pagamento del canone e potrà avvalersi di tutti i vantaggi collegati a questo tipo di meccanismo. Anzitutto viaggerà su un mezzo sicuro che ha superato tutti gli standard imposti alla compagnie di noleggio a lungo termine e, inoltre, non vedrà il valore del proprio mezzo svalutarsi come avviene invece nel caso di acquisto di un'automobile. 

È dunque una sorta di affitto prolungato di un mezzo che fornirà al richiedente anche la possibilità di cambiare con maggiore frequenza la propria auto o la sua flotta aziendale. Tale tipo di soluzione è scelta con maggiore frequenza dai liberi professionisti con partita Iva e dalle aziende che in esso ravvedono maggiori vantaggi per il proprio operato. 


Come funziona il noleggio a lungo termine per le partite Iva? 


Chi possiede una partita Iva, che sia un privato o un'azienda, può trarre degli importanti benefici dal noleggio a lungo termine di un mezzo di trasporto. Anzitutto questa modalità fornisce la possibilità di avere un piano dei costi stabilito in sede contrattuale e previene dalla possibilità di incappare in spese inaspettate di manutenzione. Inoltre, il canone mensile fisso non implica che una somma di denaro venga immobilizzata - come avviene nel caso di acquisto - e questo dunque fornisce maggiore libertà nel scelta del mezzo più adatto alle proprie esigenze. 

Tra i vantaggi maggiori del noleggio a lungo termine per chi ha la partita Iva vi è la detrazione Iva e deducibilità dei costi che varia a seconda del regime fiscale proprio di ogni singolo libero professionista e all'utilizzo del veicolo. Nello specifico, se il mezzo viene utilizzato come bene esclusivamente strumentale all'attività d'impresa o ad uso pubblico, la detrazione sarà del 100% dell’imposta sia della quota finanziaria che della quota servizi. Nel caso in cui invece il veicolo non sia ad uso esclusivamente strumentale, la detrazione Iva sarà del 40% sia per la quota finanziaria che per la quota servizi. 

Casi particolari sono poi rappresentati dai veicoli concessi ai dipendenti come benefit e per i quali la detrazione Iva è di norma al 40%, ma sale al 100% nel caso in cui il corrispettivo addebitato al dipendente con fattura soggetta ad IVA sia pari almeno all’ammontare del benefit stesso. Al 100% è anche la detrazione Iva per i liberi professionisti con il codice degli agenti di commercio. 


Noleggio a lungo termine, la deducibilità 


Anche per quanto riguarda la deducibilità del canone del noleggio a lungo termine si fa riferimento all'uso del veicolo. La quota finanziaria sarà deducibile al 100% se il veicolo avrà un utilizzo come bene strumentale o con finalità pubbliche, mentre sarà l 70% se il veicolo è da intendersi come un benefit concesso ai dipendenti. Nel caso in cui invece il mezzo non sia utilizzato ad uso esclusivamente strumentale e non rappresenti un benefit per i lavoratori, la deduzione della quota finanziaria e di servizi sarà del 20% con limite massimo fissato a 3.615,20 euro annui. 

Discorso a parte, ancora una volta, per gli agenti di commercio che hanno delle quote massime di detrazione. Nello specifico questa è 5.164,57 euro per i canoni di noleggio e 4.131,66 euro per i canoni di servizio. 


Noleggio a lungo termine e regime forfettario 


Come accennato in precedenza, oltre all'utilizzo che si fa del veicolo a noleggio, i vantaggi di questa modalità di contratto derivano anche dal regime fiscale proprio di ogni singola partita Iva. Nel caso del regime forfettario, ovvero quello con una fiscalità agevolata garantita alle aziende e ai professionisti che non superano nei ricavi annui la somma di 65mila euro, le detrazioni del noleggio a lungo termine cambiano molto. 

Questo tipo di partite Iva, conosciute fino a qualche anno fa con il nome di regime dei minimi, hanno dei notevoli vantaggi tra i quali un'aliquota al 15% dell'imponibile e l'imposta ridotta al 5% per i primi cinque. A tale benefici si contrappone però l'impossibilità di dedurre i costi ai fini della determinazione del reddito imponibile in quanto chi è in regime forfettario non ha Iva. Tutto questo, analizzando potendo il focus sul noleggio a lungo termine, fa si che, in caso di regime forfettario, il libero professionista non potrà dedurre l'ammontare del contratto di noleggio a lungo termine. Potrà però godere di tutti gli altri vantaggi di costo derivanti dalla scelta di questo tipo di contratto, avendo un planning annuale di quanto spenderà per il suo mezzo di trasporto. 



  1. Zorro.it
  2. News
  3. Come funziona il noleggio a lungo termine per le partite Iva? 

Come funziona il noleggio a lungo termine per le partite Iva?

Condividi su


Zorro.it
Seguici su


Zorro.it è marchio di proprietà di Zorro Productions inc. Questo portale è un progetto di Digital Granata srl, Sede Legale: viale Beatrice d'Este 10 - 20122 Milano (MI) P.IVA 09361761217  -  Il servizio di intermediazione assicurativa di Zorro.it è gestito da Digital Granata srl regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 04/03/2020 con numero E000651020 - P.IVA 09361761217 - PEC digitalgranatasrl@pec.team-service.it  -  Il servizio di comparazione tariffe ed i servizi di marketing sono gestiti da Digital Granata srl P.IVA 09361761217