Nuovi aumenti luce previsti da AGCOM


Gli italiani sono sempre stati particolarmente attenti alle bollette luce e gas per cercare di contenere il budget su spese indispensabili alla famiglia. Ogni mese si temono i famosi aumenti luce previsti da AGCOM che vanno a gravare sulle proprie utenze come un macigno.

Ebbene, questo timore sembra essere fondato e i consumatori farebbero bene a tutelarsi da eventuali rincari non previsti.

Allo scopo, ecco qualche utile delucidazione sulla situazione attuale e futura.


Nuovi rincari luce previsti da AGCOM


L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha già annunciato un aumento del costo dell’elettricità dovuto ai costi maggiori di dispacciamento per il funzionamento e l’equilibrio del sistema. L’aumento del costo dell’elettricità, pari circa al +3,3%, è stato da poco annunciato dall’Arera, la quale immediatamente ha subito le reazioni da parte dei consumatori, di cui si è fatto in particolare portavoce il Codacons.

Un aumento giunto proprio nel periodo più critico dell’anno, quello estivo, in cui i consumi salgono inevitabilmente a causa, tra le altre cose, dell’utilizzo dei condizionatori.

Questo aumento del costo della luce si traduce, per ogni utente, in un importo aggiuntivo annuo pari al ben 194 euro, ancora più gravoso in un momento, qual è quello che stiamo vivendo, in cui la situazione economica è davvero critica.

Si rivela di grande aiuto conoscere le informazioni rese da AGCOM, l’organo indipendente che tutela gli interessi degli utenti assicurando una corretta competizione tra gli operatori del mercato.

Tuttavia, non sempre i consumatori si trovano nelle condizioni di poterlo fare, vuoi per la mancanza di strumenti di accesso alle informazioni stesse - a volte anche distorte - vuoi per le poche conoscenze in materia di cui si dispone.

Allo scopo, è possibile però avvalersi di associazioni a tutela dei consumatori nate in rete per offrire consulenza e supporto in questa delicata fase di confronto.


Come risparmiare sulle bollette delle luce?


Fermo restando l’opportunità di ricevere un supporto in fase di confronto tra le varie proposte di mercato offerte dai diversi fornitori esistenti, è bene sapere che i mesi primaverili ed estivi possono rappresentare dei buoni momenti per verificare le condizioni economiche del servizio.

L’obiettivo che ogni consumatore si prefigge è quello di aggirare gli aumenti luce previsti da AGCOM avvalendosi, allo scopo, di offerte alternative, più vantaggiose. È naturale e giusto che sia così.

Il confronto dovrebbe però muovere da alcuni parametri che, alla fine, vanno ad incidere sull’aspetto economico. Tra questi:

Tariffe a prezzo bloccato. Sono determinanti per mantenere stabile il costo dell’energia per un periodo stabilito, in genere di 12 o 24 mesi. Le tariffe a prezzo bloccato ci tutelano dall’aumento dei costi della materia prima e sono proposte da quasi tutte le compagnie.

E’ sempre possibile, fra l’altro, al termine di 12 o 24 mesi, cambiare l’offerta o il gestore e sottoscrivere altra tariffa a prezzo bloccato.

Tariffa monoraria, tariffa bioraria, tariffa multipla. E’ anche importante valutare la tipologia della tariffa sottoscritta. Quando si lavora da casa o, in ogni caso, si trascorre la maggior parte della giornata nella propria abitazione, è conveniente attivare una tariffa monoraria.

Al contrario, quando a casa si rimane soprattutto nei fine settimana o alla sera la tariffa bioraria può apparire la più indicata. Oggi vengono proposte dalle compagnie tariffe multiple, con costi differenti in base agli orari in cui si concentra maggiormente il consumo da parte di ogni singolo utente.

Spesa per la “materia energia”. Questi due elementi sono da tenere in considerazione nella lettura della bolletta in ogni sua parte. Sono riferiti al prezzo unitario che viene applicato ai propri consumi e rappresentano la parte della tariffa che viene stabilita dal fornitore, in concorrenza tra provider. E’ nostro diritto conoscere sempre questo dettaglio e possiamo sempre richiederlo se non indicato.

In conclusione, giova chiarire come sia indispensabile comparare le tariffe, attraverso i tanti strumenti presenti online ed, in particolare, grazie al valido supporto di consulenti affidabili.

Solo in questo modo è possibile sfuggire alle maglie delle tariffe in costante ed ingiustificato aumento, che gravano sulla bolletta e, di conseguenza, sul portafoglio di ogni cittadino.



  1. Zorro.it
  2. News
  3. Nuovi aumenti luce previsti da AGCOM

Nuovi aumenti luce previsti da AGCOM

Condividi su


Zorro.it
Seguici su


Zorro.it è marchio di proprietà di Zorro Productions inc. Questo portale è un progetto di Digital Granata srl, Sede Legale: viale Beatrice d'Este 10 - 20122 Milano (MI) P.IVA 09361761217  -  Il servizio di intermediazione assicurativa di Zorro.it è gestito da Digital Granata srl regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 04/03/2020 con numero E000651020 - P.IVA 09361761217 - PEC digitalgranatasrl@pec.team-service.it  -  Il servizio di comparazione tariffe ed i servizi di marketing sono gestiti da Digital Granata srl P.IVA 09361761217