Recensione Samsung Galaxy S21 Plus: più potente ed equilibrato


Samsung Galaxy S21 Plus: più potente ed equilibrato

Come ogni anno anche questa volta provare i nuovi top gamma di casa Samsung sarà una sfida particolarmente piacevole, dura ed interessante! Come in realtà abbiamo anche detto nell’articolo dedicato alle prime impressioni di questi nuovi dispositivi, quest’anno Samsung ha fatto veramente un buon lavoro, forse anche meglio sotto certi punti di vista rispetto all’ormai passato 2020, presentando un più che completo S21 Ultra, un compatto S21, un pò diverso dal solito, e il giusto, forse più equilibrato, S21 Plus, smartphone dal quale siamo partiti. Ma cerchiamo di capire in maniera più approfondita di cosa si tratta, quali sono le novità, e come si è comportato durante questi giorni di test.


Batteria:

Una delle domande più popolari, sui nostri social e non solo, su questo nuovissimo Samsung Galaxy S21 Plus, come sempre è: come va la batteria con questo Exynos?

Beh! Partendo col dire che quest’anno Samsung ha lavorato particolarmente bene lato processore, con un Exynos 2100 veramente performante, posso assolutamente dirvi che: questo S21 Plus si comporta molto bene lato autonomia. Certo non possiamo sicuramente definirlo un campione però, quest’anno, oltre alla ricarica wireless, la ricarica inversa e alla ricarica rapida, abbiamo anche una batteria da 4800 mAh che ci porta a sera senza troppi problemi. Durante questi giorni di utilizzo infatti ho voluto, proprio per riuscire a rispondere un po’ a tutte le vostre esigenze e dubbi, provare lo smartphone in diverse tipologie di utilizzo, e i risultati sono stati particolarmente interessanti. Infatti con un utilizzo standard/normalizzato sono riuscito ad arrivare a sera con circa il 20% di autonomia residua (come sempre, quando dico sera, mi riferisco alle 21:00), mentre con un utilizzo molto leggero che possiamo definire “domenicale” sono riuscito ad arrivare a sera anche con il 50% di autonomia residua, per finire poi, con un utilizzo particolarmente stress, con il 10/15% di autonomia residua. Risultati che come vi dicevo sono particolarmente positivi.

Giusto però per fare ulteriore chiarezza tengo a precisare che, quando parlo di utilizzo stress, vi parlo di: almeno 1 ora di chiamate, 1 ora di Netflix, 1 ora di Youtube, tanto spotify, Gmail, sempre in 4g e con almeno 1 ora circa di utilizzo anche in modalità router.


Design:

Lato design quest’anno c’è assolutamente da dire che: le cose sono migliorate. Abbiamo finalmente l’abbandono del modulo fotografico un pò anonimo di S20, a favore di un modulo sicuramente più interessante e piacevole da vedere, che va ad unirsi al frame laterale, garantendo una continuità molto bella esteticamente, per lo meno soggettivamente! Nuove colorazioni e soprattutto un nuovo trattamento del vetro posteriore che garantisce un feedback al tatto sicuramente più interessante e piacevole rispetto ai top gamma dell’anno precedente. Anche se, sotto questo punto di vista, non possiamo sicuramente vedere il tutto come una vera e propria novità, vista la presenza della finitura anche sulla gamma note. Tra l’altro piccola nota, sul sito Samsung sono presenti delle colorazioni particolarmente interessanti, soprattutto per S21 Ultra.


Display:

Per quanto riguarda il display invece ho qualcosina da ridire. Su questo S21 Plus infatti abbiamo un display, sempre ottimo, da 6.7” FullHD (1080x2400 pixel) Dynamic Amoled da 120hz adattivi, che però non sorprende! Diciamo che è il classico ottimo display Samsung, assolutamente perfetto per quanto riguarda angoli di visione, colori e luminosità, ma che però non mi fa dire: WOW! Ottima e super apprezzata invece la presenza dei 120hz, tra l’altro adattivi, come detto in precedenza, e quindi capace di diminuire, in questo caso fino ad un minimo di 48hz, nel momento in cui il dispositivo capisce di non aver bisogno di sfruttare il massimo per garantire un’esperienza più fluida e piacevole, si pensi per esempio alle schermate statiche. Ottimo invece il comparto audio stereo, perfetto per l’ascolto di musica, per le chiamate e per la visione di contenuti multimediali.


Sicurezza:

Per quanto riguarda invece la sicurezza non c’è praticamente nulla da dire se non che rimane buono il riconoscimento facciale 2d, che avviene naturalmente grazie alla fotocamera posta nella parte anteriore con un foro centrale nel display, e che migliora decisamente il riconoscimento dell’impronta digitale sotto al display. Infatti in questo caso risulta essere particolarmente veloce e sicura, garantendo 9/10 lo sblocco del dispositivo.


Prestazioni:

Lato prestazioni come detto in apertura devo dire che il salto generazionale si sente! Infatti questo nuovissimo Exynos 2100, con un processo produttivo a 5nm, funziona veramente molto bene, e permette di avere sempre delle ottime prestazioni in tutte le tipologie di utilizzo, a quelle più stressanti come gaming o lavoro di foto e video. Il processore in questo caso è supportato da 8gb di ram e 128 gb di memoria interna, che però quest’anno non sono espandibili, quindi nel caso in cui siate alla ricerca di grosse capacità lato memoria, valutate bene la versione in fase di acquisto. Anche se, a parer mio, con 128gb si riescono a soddisfare un pò tutte le esigenze. Ultima piccola nota al riguarda non ho riscontrato rallentamenti e surriscaldamenti particolari, quindi ottimo lavoro anche sotto questo punto di vista.


Fotocamera:

Purtroppo anche in questo caso non ho tanto da dire, soprattutto di positivo, in quanto si! Il dispositivo riesce a realizzare delle ottime foto, assolutamente da top gamma ma… come un pò con il display, quest’anno non mi fanno dire: WOW! Non noto il cambio generazionale, che sicuramente invece andrò a percepire con la versione ULTRA, il quale è decisamente più interessante e forse pensato per la realizzazione di contenuti. Ovviamente come detto in precedenza non sto dicendo che il reparto fotografico è da buttare, anzi, ma si poteva fare qualcosina in più!

Scendendo un pò più nel dettaglio vi dico che questo dispositivo è dotato di ben 4 sensori: uno anteriore da 10mp, e 3 posteriori. Un sensore da 12mp f1.8 standard, un sensore da 12mp f2 ultragrandagolare e un sensore da 64mp zoom 3x f2.2. Il dispositivo riesce a realizzare video fino ad un massimo di 8k 30 fps, che personalmente non ho provato in maniera particolarmente approfondita, in quanto mi sono concentrato sul 4k 30fps e 60fps che risulta, come sempre per me, la scelta migliore. Mentre per quanto riguarda le foto, sotto un pò tutte le condizioni di luce abbiamo degli ottimi risultati, come detto prima, con una buona definizione, degli ottimi colori, buona gestione della messa a fuoco e una piccola perdita con la ultragrandangolare e in modalità notturna.


Conclusioni:

Arrivati a questo punto vi ho detto praticamente tutto su questo dispositivo che si! Mi è piaciuto, per il suo equilibrio, la sua autonomia e le sue performance, ma che mi ha un pò deluso per la sua fotocamera, ottima, ma che avrebbe potuto dare di più. Ma adesso cercheremo di capire qualcosina in più con il suo fratello maggiore: S21 Ultra.


scritto da Giovanni Romano il 27 gennaio 2021



  1. Zorro.it
  2. News
  3. Recensione Samsung Galaxy S21 Plus: più potente ed equilibrato

Recensione Samsung Galaxy S21 Plus: più potente ed equilibrato

Condividi su


Zorro.it
Seguici su


Zorro.it è marchio di proprietà di Zorro Productions inc. Questo portale è un progetto di Digital Granata srl, Sede Legale: viale Beatrice d'Este 10 - 20122 Milano (MI) P.IVA 09361761217  -  Il servizio di intermediazione assicurativa di Zorro.it è gestito da Digital Granata srl regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 04/03/2020 con numero E000651020 - P.IVA 09361761217 - PEC digitalgranatasrl@pec.team-service.it  -  Il servizio di comparazione tariffe ed i servizi di marketing sono gestiti da Digital Granata srl P.IVA 09361761217